Crea sito

Questa Antenna è una mia realizzazione costruita prendendo come principio i numerosi progetti presenti su internet, rielaborati  adattati e personalizzati per le mie esigenze.

Tutto nasce dall'ultima gita alla fiera di Bastia Umbra dove su una delle ormai poche bancarelle di materiale elettronico,ho trovato un bel toroide t200 rosso,un vecchio condensatore variabile di una vecchia radio a valvole e uno stilo telescopico di 135 cm,

E allora via !!!

trovato il materiale rimanente(Contenitore,Commutatore,Deviatore ,interruttore Connettore e qualche pezzo di filo ,ho acceso il vecchio saldatore e ho iniziato l'assemblaggio.

Questo è come si presenta l'antenna portatile praticamente può essere utilizzato anche come un mini accordatore portatile.

Sulla parte superiore è visibile un attacco BNC da pannello dove attesta l'antenna telescopica di 135 cm,sulla parte frontale è presente il commutatore a 12 posizioni,il deviatore a levetta che commuta due prese  sul toroice riducendo il numero di spire,il connettore so239 per il collegamento all'apparato.

Sulla parte laterale è visibile la manopola di regolazione del condensatore variabile per un precisa regolazione del R.O.S. con il relativo interrutore per eventuale disinserzione.

PROVE SUL CAMPO

Per completare il progetto occorrevano delle vere e proprie prove tecniche sul campo, così domenica scorsa mi sono recato al solito appumtamento con gli amici Radioamatori al CCC Cappuccini con la scatoletta assemblata.

L'occasione si presenta subito: gli amici  Devid IZ0RVC Luigi IW0HNL e Fabio IZ0QPO si trovavano in quel di Marta (Viterbo) banda 40 metri per l'attivazione del Castell'Araldo XIII secolo circa 70Km in linea d'area da noi.

Acceso il piccolo 817 con batteria propria e 2 Watt di potenza è stato eseguito  l'accordo dell'antenna,ruotando il commutatore lo si è posizionato sul massimo segnale ricevuto,inserendo successivamente il condensatore variabile si è raggiunto un valore bassissimo di R.O.S. e a questo punto con l'aiuto di Roberto IZ0CHK al mike e Raoul IK0LZR dedito al posizionamento dell'antenna e nonostante un discreto pileup ecco il primo contatto. Successivamente con una grande idea di Massimo IZ0TKN abbiamo collegato la massa dell'antenna a terra tramite un semplice pezzo di filo ad un paletto casuale che era nelle vicinanze e siamo riusciti a fare un secondo collegamento strappando un bel 5-8, che dire funziona!!! 

Buon divertimento